Notte Brava, la città che rivive


NOTTE BRAVA, la città che rivive ovvero come restituire decoro al centro storico della città. L’iniziativa, finanziata dall’Assessorato regionale all’Ambiente nell’ambito di un bando rivolto alle onlus che operano nel campo della sostenibilità ambientale e sociale, è realizzata in partnership da Comune, Provincia e Curia di Oristano, Ente Foreste, SIL-PTO, Università di Cagliari e Sassari, Istituto d’Arte Carlo Contini, Area marina Sinis – Mal di Ventre, Oristano servizi, Asociation Objetivo Vida Bajo (Jaen), Multipla servizi di Comiso (RG), associazione di volontariato La formazione va in scena e gli studi professionali Contini e Virdis con il coordinamento della Cooperativa Digitabile Onlus (soggetto capofila e destinatario del finanziamento).  I ragazzi dell’istituto d’arte, con i genitori, coordinati dagli insegnanti, hanno iniziato a cancellare le scritte lasciate dai vandali nei pressi della chiesa gotica di Santa Chiara, hanno ripulito le pareti de su brocciu de Santa Crara per dipingerle con motivi floreali ideati da una studentessa. Appena possibile verranno eliminati anche gli sfregi fatti con le bombolette spray alle pareti di arenaria della chiesa, con una macchina che getta vapore. Inoltre le pareti della via dietro la chiesa sono state abbellite con vasi di terracotta, anch’essi con il logo floreale,  in cui crescono piante locali come il rosmarino, il mirto, l’elicriso, il timo.  E’ un inizio, si parte sicuramente da una porzione di centro storico di grande pregio che ha subito più di altre l’attacco costante dei teppisti. Il coinvolgimento di alunni, insegnanti, genitori va oltre il lavoro di ripulitura e abbellimento delle pareti; c’è stata una fase precedente di formazione, in cui i soggetti dell’iniziativa hanno acquisito la coscienza del valore storico e artistico dei beni di cui si sono presi cura. E’ un metodo che serve a costruire una sensibilità civica, a distinguere fra writers e teppisti, fra arte e vandalismo, più efficace nella prevenzione di reati in materia ambientale delle telecamere e un modello che potrà essere utilizzato nell’ambito di un bando in materia ambientale di portata più ampia.

Articolo scritto per il settimanale L’Arborensenotte brava oristano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...